Presentato in anteprima Surface, il primo tablet interamente prodotto da Microsoft ed equipaggiato con Windows 8.

 

 

Martedì 19 giugno, Steve Ballmer ha presentato in anteprima Surface, il primo tablet interamente prodotto da Microsoft, ed equipaggiato con Windows 8.

Con questa mossa, l'azienda di Redmond si propone con energia in un mercato fino ad ora dominato da Apple con iPad, facendo proprio il famoso mantra di Steve Jobs:

Chi fa sul serio col software deve avere anche il proprio hardware.

 

Per la prima volta infatti, se si escludono mouse, tastiere e webcam (e Xbox, che meriterebbe però un discorso a parte) Microsoft decide di non avvalersi di un partner e di produrre direttamente l'hardware di un proprio dispositivo.

Surface si presenta come un tablet elegante e compatto, esteticamente attraente, protetto da un bel case in magnesio, e con caratteristiche tecniche di ottimo livello: saranno presenti un'uscita DisplayPort, slot SD, porta USB, dischi a stato solido da 64 e 128GB. e naturalmente connessione WiFi.

Molte specifiche non sono ancora state dichiarate, ma il tablet verrà proposto in due versioni: la prima, dedicata al mercato consumer, sarà equipaggiata con un processore ARM NVIDIA Tegra 3, Windows RT (una versione di Windows 8 per processori ARM) e un dispaly da 10,6 pollici con risoluzione 1280x720 in 16:9; la seconda, pensata esplicitamente per il mercato business e chiamata Surface Pro, avrà processore Intel Core i5 Ivy Bridge, con display da 10,6 pollici e risoluzione full HD 1920x1080.

microsoft surface

Un'idea molto caratterizzante è la presenza di una smart-cover magnetica che include una tastiera qwerty con track pad, e permette di utilizzare il tablet come un notebook ultraportatile.

Se la versione RT sarà in grado di utilizzare solo le app scaricate da Marketplace (lo store centralizzato Microsoft), Surface Pro sarà invece in grado di garantire la massima compatibilità con tutti i software disponibili e attualmente compatibili con Windows 7.

Metro, la nuova interfaccia ereditata da Windows Phone (e prima ancora da Zune) si propone come cuore pulsante del sistema, e rappresenta un'idea finalmente alternativa al fortunato modello ideato da Apple per iOS e adottato poi da Google su Android. Non mancherà comunque la possibilità di accedere al classico desktop dei sistemi precedenti.

La disponibilità dei primi Surface dotati di Windows RT è prevista entro l’autunno, in contemporanea al rilascio di Windows 8, mentre la distribuzione della versione Pro è prevista tre mesi più tardi.

I prezzi ufficiali dei tablet non sono ancora stati comunicati, ma sono ipotizzabili un prezzo piuttosto aggressivo per la versione RT (400-500 dollari) e uno da top di gamma (700-800 dollari) per la versione pro.

E' ancora troppo presto per dire se Surface sarà un successo: il sistema ha tutte le carte in regola (design, caratteristiche tecniche e innovazione) per sfondare, ma arriva sul mercato in ritardo di qualche anno rispetto ai prodotti della concorrenza, che si sono affermati come standard del settore (iPad in particolare) e godono di un livello qualitativo molto alto.

Tuttavia, il mercato business/enterprise è ancora fortemente scoperto: per motivi differenti, ne iPad ne Android riescono a presidiarlo autorevolmente, e su questo fronte Microsoft ha le sue migliori armi da mettere in campo: Active Directory, Office ed Exchange. Di certo, la battaglia sarà interessante.

 

 

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Questo sito web non raccolglie Dati Personali, ma utilizza cookie propri e di terze parti per far funzionare correttamente la navigazione e analizzarne il traffico. Cliccando sul tasto "ACCETTO" o proseguendo la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Leggi la privacy policy per maggiori dettagli.