E' finalmente disponibile anche in Italia il BlackBerry Z10, il prodotto con cui BlackBerry cerca il riscatto.

 

 

 E' finalmente disponibile anche in Italia il BlackBerry Z10, il prodotto con cui la canadese BlackBerry, abbandonato il nome Research in Motion, cerca il riscatto.

Cuore del progetto è il nuovo sistema operativo BlackBerry 10, completamente riprogettato su QNX, sistema Unix-like acquisito nel 2010, con cui l'azienda canadese - che ha modificato la ragione sociale da Research In Motion a BlackBerry, identificandosi con il suo prodotto più famoso - tenta di colmare il gap con i collaudati iOS di Apple e Android di Google.

Lo Z10, primo smartphone disponibile con il nuovo sistema (il secondo, Q10, con tastiera fisica, uscirà nei prossimi mesi) ha un design pulito e piacevole, in cui spicca l'assenza di tasti fisici nella parte frontale.

La dotazione hardware è allineata a quella degli smartphone di fascia alta proposta dai concorrenti: processore Qualcomm Snapdragon dual core da 1.5GHz, 2GB di RAM, memoria integrata da 16GB espandibile tramite microSD, display LCD IPS multi touch da 4.2 pollici con risoluzione di 1280x768, Wi-Fi 802.11, Bluetooth, accelerometro e giroscopio, porta HDMI, fotocamera da 8 megapixel con autofocus e flash LED (più una fotocamera frontale da 2 megapixel).

blackberry z10

 

L'interfaccia è completamente nuova: l'home page è organizzata a icone, mentre le applicazioni vengono eseguite in Active Frames, con un sistema multitasking che permette di mantenerne fino a 8 in background.

Molto buona la parte telefonica, e davvero ottima la parte legata alla messaggistica, da sempre punto di forza dei BlackBerry, incentrata sull'Hub Messaggi, che raccoglie in un'unica interfaccia telefonate, sms, mail instant messaging e notifiche dei social network.

Grosse novità sulla configurazione degli account di posta: sparisce il BIS, (tipicamente utilizzato dagli utenti consumer) in favore del sistema ActiveSync.
Davvero ottima anche la tastiera virtuale, che consente una scrittura precisa e rapida.

Delude invece la batteria da 1800 mAh, non all'altezza di quelle utilizzate in alcuni fortunati prodotti RIM del passato, ma comunque in linea con la maggior parte dei concorrenti.

Applicazioni: Buona la dotazione di applicazioni preinstallate (tra cui Facebook, Twitter, Google Talk, Foursquare e LinkedIn), mentre il BlackBerry World, lo store online di BlackBerrry, appare ancora in ritardo rispetto ai concorrenti.

BlackBerry dichiara la presenza di 70.000 applicazioni, ma non tutte sono disponibili per il mercato italiano, e spicca la mancanza di alcuni nomi importanti, come Instagram, WhatsApp, Kindle, Viber e Spotify.

Blackberry Z10

In conclusione, lo Z10 (proposto sul mercato a € 699,00) rappresenta un passo avanti importante per BlackBerry, che diminusisce la distanza tecnologica dai competitor, in virtù di un sistema  stabile e reattivo e di un device piacevole e ben realizzato, che non presenta però alcuna innovazione significativa rispetto ai concorrenti e che pecca inevitabilmente di gioventù.

Riuscirà lo Z10 (e in particolare il nuovo sistema BB10) a risollevare le sorti di BlackBerry, oppure avranno ragione i molti che in rete bocciano l'operazione con un perentorio "Too little, too late", troppo poco, troppo tardi? Nei prossimi mesi la risposta arriverà perentoria.

 

 

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Questo sito web non raccolglie Dati Personali, ma utilizza cookie propri e di terze parti per far funzionare correttamente la navigazione e analizzarne il traffico. Cliccando sul tasto "ACCETTO" o proseguendo la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Leggi la privacy policy per maggiori dettagli.